Archives for : jason society

Scie Chimiche, vero x-file

2078533755.jpg La foto che vedete non è l’ultima idea per pubblicizzare l’imminente uscita del film “X-Files: I want to believe”, anche se, voglio credere che gli agenti dell’FBI, Fox Mulder e Dana Scully, avrebbero avuto sicuramente il loro bel da fare investigando su quello che, in realtà, oggi, è un vero e proprio x-file: le scie chimiche o chemtrails.
In rete basta digitare questa parola per essere sommersi da centinaia se non migliaia di pagine che spiegano fin nei minimi particolari il mistero delle scie chimiche, diverse dalle normali scie di condensazione, anche se le autorità, come sempre, negano tale distinzione riducendo il tutto al solito visionario complottismo di tanti seri studiosi e ricercatori. Ricercatori che sono riusciti a tracciare invece quello che sembra uno dei tanti black project portati avanti da potenti gruppi occulti, senza che il resto dell’umanità sia al corrente di ciò che succede “sopra le loro teste”.
Come detto, chi ha voglia può benissimo documentarsi da solo per tracciare i contorni di questo fenomeno, traendo le proprie personali conclusioni, partendo dal luogo dove tutto potrebbe aver avuto inizio (Gakona, Alaska), il progetto HAARP, il suo uso (il controllo climatico), gli scopi che si nascondono e valutando come al solito le tante teorie inerenti la risposta alla più universale delle domande: perché?
Cercherò di esporre brevemente, nel prosieguo del testo, ciò che ho desunto dal materiale, ripeto talmente vasto, che credo nessuno abbia letto tutto e, quindi, è possibile che, quanto andrò ad evidenziare, possa già essere stato scritto o detto da altri.
In un mio precedente articolo dal titolo Shaping the world, a sua volta tratto dal “Dossier Muroc” (www.secretum-omega.com/muroc.html), si può leggere delle “Alternative” (1, 2 e 3) che un gruppo di studi segreto (Jason Society), sotto l’amministrazione Eisenhower, avrebbe proposto per “risolvere” problemi a livello planetario.
Nel “Dossier Muroc” l’autore (l’amico e ricercatore C. Barbato), suppone che responsabili dei “buchi” presenti nello strato di ozono siano esplosioni di cariche nucleari, fatte detonare nell’atmosfera, in modo tale che tutto lo smog sarebbe potuto fuoriuscire, nello spazio aperto, attraverso i buchi artificialmente creati.
Ma così non è stato e allora, probabilmente, i saggi, consapevoli del pericolo delle radiazioni nucleari, stanno diffondendo nell’atmosfera, attraverso le scie chimiche, sostanze (principalmente bario ed alluminio) forse, secondo loro, ipoteticamente in grado di contrastarne gli effetti.
È solo una personale congettura che però spiega la globalità del fenomeno in quanto chiaramente la radioattività, sospinta dai venti, non rispetterebbe nessun confine; globalità che è connessa anche alla mia seconda ipotesi, per così dire, più esoterica.
Nell’articolo “Onde quantiche e continuum spazio-tempo” (leggibile all’indirizzo http://www.segnidalcielo.it/onde_quantiche.html, fonte 2012splinder.com) c’è scritto che la Terra e gran parte dei suoi abitanti starebbero per compiere il salto dimensionale, passando cioè dalla terza alla quarta dimensione.
Evidentemente ai potenti non piace che l’umanità (ripeto, gran parte), compia questa salto evolutivo verso un’era più armonica ed ecco che con l’utilizzo delle scie chimiche irrorano l’atmosfera di sostanze che, agendo «sul campo elettrico del cervello», impediscano all’onda quantica in arrivo, di portare i suoi benefici effetti.
Sembra assurdo, ma se ci si riflette un attimo, cio è coerente con il modo di ragionare dei potenti: su chi farebbero valere il loro, finora, incontrastato potere, se l’umanità cambiasse drasticamente rotta?

Nota:
La suddetta foto, da me scattata sul balcone di casa insieme ad alcune altre (Foto scie chimiche), oltre ad essere molto suggestiva indicherebbe senza alcun dubbio il passaggio di due aerei, in una zona distante dalle rotte convenzionali e dato che le normali scie di condensazione si formano simultaneamente al passaggio,  sembrerebbe che gli aerei si siano anche sfiorati in volo…

Commenti_Scie chimiche